Salta la navigazione
Torna alla panoramica delle guide

Riconoscere l’alopecia e fermarla in tempo

Alopecia - GUIDA - SHOP FARMACIA

Se si trovano nella spazzola più capelli del solito, se improvvisamente si staccano intere ciocche di capelli oppure si iniziano a formare aree calve, questi sono chiari segni di caduta dei capelli (alopecia). Qui spiegheremo quali diverse cause possono essere alla base della caduta dei capelli e quali rimedi e metodi sono davvero utili.

La crescita dei capelli e le cause della caduta dei capelli

I capelli lucidi sono importanti per l’aspetto esteriore, in quanto sintomo di buona salute. Inoltre, i capelli valorizzano il nostro viso e riflettono la nostra personalità. Siamo noi a decidere come tagliare, acconciare, colorare e prenderci cura dei nostri capelli. Tuttavia, la perdita di capelli indesiderata crea delle problematiche non solo a livello estetico, ma influisce anche sulla psiche dei soggetti, complicandone la vita sociale.

Chi ha una maggiore densità di capelli, ne perde di più ogni giorno.  Il numero di capelli che cadono mediamente in un giorno può variare da 70 a 100. Neanche una caduta abbondante dei capelli, per esempio dopo lo shampoo (tra 200 -300), deve necessariamente destare preoccupazione.

Nella loro lunga vita, i capelli passano attraverso tre fasi di crescita.

Le tre fasi di crescita dei capelli

Il ciclo di vita del capello viene diviso in tre fasi:

  • Nella fase di crescita (fase anagen) si forma la radice dei capelli e i capelli crescono ogni giorno da 0,3 a 0,5 millimetri per un periodo massimo di sette anni. Circa l’80-90 per cento dei nostri capelli rientra in questa prima fase.
  • Nella seconda fase, la fase di transizione o di ricostruzione (fase catagenica), che dura circa un mese, la radice del capello inizia gradualmente a cheratinizzarsi. Il capello si separa dalla radice e non viene più rifornito di sostanze nutritive.
  • La fase di riposo (fase telogenica) costituisce la fine della crescita dei capelli prima che il processo ricominci. Per un periodo di quattro mesi, il capello rimane ancora fissato al cuoio capelluto per poi iniziare a distaccarsi per perdite dei sistemi di ancoraggi, per esempio durante il lavaggio o il movimento del pettine o della spazzola. Al termine di questa fase, infatti il follicolo riprende la sua attività entrando nella fase anagen e generando un nuovo capello.

Sono molti i fattori che influenzano l’accrescimento dei capelli: l’età, il sesso, lo stile di vita, nonché fattori ormonali, genetici e nutrizionali.


Alopecia ereditaria

La causa più comune della perdita di capelli è genetica. Con la perdita ereditaria dei capelli, la cosiddetta alopecia androgenetica, il follicolo pilifero in cui vengono prodotti i capelli reagisce in modo eccessivo a un determinato ormone sessuale maschile, il diidrotestosterone (DHT). Ciò riduce la fase di crescita dei capelli, i follicoli si restringono sempre di più e ad un certo punto la nuova formazione dei capelli si arresta completamente.

L’alopecia ereditaria può colpire sia gli uomini che le donne. Tuttavia, il decorso tipico della malattia differisce in modo significativo tra i due sessi.

Nelle donne che soffrono di perdita genetica dei capelli, si ha l’assottigliamento e il diradamento dei capelli. Questo assottigliamento graduale dei capelli può in alcuni casi essere accompagnato da una maggiore perdita di capelli.

Negli uomini, la stempiatura è un tipico primo segno di alopecia androgenetica. I capelli diventano sempre più sottili e la perdita dei capelli avviene soprattutto all’altezza delle tempie e della fronte. Inoltre, in molti casi si forma un punto calvo nella parte posteriore della testa, formando quella che è chiamata tonsura.

Alopecia ormonale

La caduta dei capelli indotta dagli ormoni causa di solito un diradamento diffuso, cioè la caduta dei capelli colpisce diverse parti della testa e non è localizzata.

L’alopecia ormonale può avere diverse cause. Tra le cause della caduta dei capelli rientrano:

  • disfunzioni ormonali
  • malattie croniche
  • assunzione di farmaci
  • avvelenamenti
  • disfunzione tiroidea
  • stress

Oltre a questi fattori, potrebbero esserci anche altri fattori scatenanti all’origine di una perdita ormonale dei capelli. Se la causa può essere determinata e trattata, allora nella maggior parte dei casi la perdita di capelli scompare completamente dopo un certo periodo di tempo.


Altre cause comuni di alopecia

 

  • infezioni
  • malattie cutanee
  • chemioterapia
  • carenza di ferro

Alopecia areata (Perdita di capelli circolare)

La caduta dei capelli circolare, detta anche alopecia areata, è una forma speciale di alopecia. La malattia si manifesta con chiazze calve circolari o ovali, che si formano su diverse aree della pelle, non solo sulla testa.

La perdita di capelli circolare è causata da una reazione autoimmune anomala in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi. A essere più colpiti sono i giovani, anche in età infantile.

L’alopecia areata si verifica spesso in connessione con varie allergie. È una delle forme reversibili di perdita di capelli e spesso guarisce da sola, senza farmaci.

Tuttavia, è consigliabile consultare tempestivamente un dermatologo o un allergologo. Lo specialista è in grado di determinare la causa e prescrivere, ad esempio, preparati ormonali sotto forma di compresse o creme per il trattamento dei sintomi. Anche altri metodi possono essere utilizzati per il trattamento acuto della caduta dei capelli circolare.  Comunque l’alopecia areata può persistere per diversi anni e in certi casi i capelli non ricrescono più.


Caduta dei capelli per carenze nutrizionali

I nostri capelli sono costituiti principalmente da cheratina, una proteina di cui sono fatte anche le unghie delle mani e dei piedi. Una carenza di proteine può portare alla caduta dei capelli, in quanto l’organismo arresta la crescita dei capelli e avvia la fase di riposo.

I capelli vengono forniti con tutti i nutrienti necessari tramite la radice dei capelli. La mancanza di vitamine e di oligoelementi, essenziali per una sana crescita dei capelli, può causare un cambiamento nella crescita dei capelli, rendendoli più sottili e fragili.

I nutrienti più importanti per i nostri capelli, che assumiamo come vitamine e oligoelementi, sono:

 

  • Ferro
  • Zinco
  • Biotina (Vitamina B7)
  • Vitamina A
  • Vitamina E
  • Vitamina C


Perdita di capelli dovuta a cure errate?

Le cure giuste sono importanti per la salute e l’aspetto dei nostri capelli. I prodotti aggressivi possono attaccare o seccare i nostri capelli. Come risultato si possono avere capelli fragili e sottili che si spezzano.

Le cure sbagliate causano solo molto raramente la caduta dei capelli. Ciò può verificarsi quando prodotti cosmetici, come lacche o gel, sono utilizzati in modo da ostruire i pori del cuoio capelluto. In tal caso, i capelli non vengono più forniti di ossigeno e nutrienti. Il lavaggio regolare dei capelli e del cuoio capelluto è sufficiente per evitare che ciò accada.

Anche la tintura o il calore eccessivo dovuto al phon o alla piastra possono favorire la caduta dei capelli. Per il bene dei capelli, dovrebbero essere evitati profumi, conservanti e prodotti contenenti silicone.

La perdita di capelli nelle donne

Prima dell’inizio della menopausa, le donne hanno molto meno probabilità di essere colpite dall’alopecia rispetto agli uomini. Tuttavia, la donna notando un'eccessiva caduta di capelli, ha spesso ripercussioni a livello psicologico. Se la perdita di capelli si verifica nelle donne prima della menopausa, spesso è dovuta a una causa ormonale o a una malattia cronica.


Cosa fare in caso di perdita di capelli durante la gravidanza e l’allattamento?

In alcune donne, la perdita dei capelli inizia improvvisamente durante la gravidanza. Tuttavia, possono verificarsi perdite all’inizio oppure nel corso della gravidanza.

Altre donne vivono esattamente il contrario. La gravidanza rende i capelli più sani e robusti. Tuttavia, nelle settimane successive alla gravidanza, notano improvvisamente un aumento significativo della caduta dei capelli.

Le cause sono principalmente di natura ormonale. Con la gravidanza, l’equilibrio ormonale femminile cambia significativamente. In molti casi, l’aumento della produzione di estrogeni porta a capelli belli e forti. Se l’equilibrio ormonale cambia di nuovo dopo la gravidanza, si può verificare una maggiore perdita di capelli.

Se la perdita dei capelli si verifica durante la gravidanza, ci possono essere diversi motivi. Da un lato, l’agitazione e lo stress possono favorire la caduta dei capelli. D'altra parte, un aumento del fabbisogno nutrizionale del corpo può portare a sintomi di carenza. La carenza di ferro può portare, per esempio, alla perdita di capelli. In questo caso, un medico può diagnosticare il deficit e prescrivere preparati per la compensazione. Nelle donne che hanno usato pillole contraccettive fino a poco prima della gravidanza, l’interruzione della pillola è un’altra possibile causa per la caduta dei capelli.

Se la perdita dei capelli si verifica improvvisamente durante o dopo la gravidanza, di solito rallenta e scompare autonomamente. In alcuni casi, tuttavia, ci vuole un po' di pazienza finché l’equilibrio ormonale non sia tornato alla normalità o l’apporto di nutrienti non sia stato ripristinato.

Caduta dei capelli associata all’assunzione della pillola anticoncezionale

Non è raro che le donne segnalino l’insorgenza di una temporanea perdita di capelli dopo aver smesso di prendere la pillola anticoncezionale. Il motivo è probabilmente dovuto al fatto che il livello di estrogeni è alto durante l’assunzione della pillola ma diminuisce dopo la sospensione. Di solito ci vogliono da pochi a diversi mesi prima che il corpo si adatti completamente all’alterato equilibrio ormonale e che la crescita dei capelli si normalizzi.

Perdita di capelli in menopausa

Molte donne – si stima che un quarto di tutte le donne – soffrono per il fatto che i loro capelli cominciano a diventare più sottili e a diminuire con l’arrivo della menopausa. Di solito si tratta di una forma mista di alopecia ereditaria e ormonale. Una predisposizione genetica alla caduta dei capelli può essere favorita dai cambiamenti ormonali durante la menopausa e dal basso livello di estrogeni. Il Minoxidil, per esempio, è adatto per il trattamento di questa forma mista di perdita di capelli, cioè ereditaria e ormonale.

La perdita di capelli nei bambini

La caduta dei capelli può colpire anche i bambini. Le malattie croniche sono la principale causa di caduta precoce dei capelli. Ma i bambini sono spesso colpiti dalla perdita di capelli circolare.

Chi soffre di alopecia ha iniziato a manifestare il disturbo da quando era bambino. Pertanto, oltre ai cosmetici, per imparare a convivere con l’alopecia è necessario l’aiuto di uno psicologo. Infatti, chi soffre di questa malattia, soffre di bassa autostima e senso di imbarazzo. Gli specialisti raccomandano, prima di tutto, di accettare il problema per evitare ansie e nervosismo. E di rivolgersi a professionisti per cercare di rimediare alla perdita di capelli.

Quando è opportuno consultare un medico?

Se capita che si trovino sulla spazzola, sul pettine o nella doccia più capelli del solito, non c’è motivo di allarmarsi. In caso di aumentata caduta dei capelli (più di 100 al giorno), se i capelli cadono a ciuffi o se si spezzano facilmente, è necessario consultare un dermatologo. La diagnosi corretta è importante per pianificare una cura efficace.

La diagnosi viene eseguita in diversi passaggi:

  • In un colloquio approfondito si possono valutare in dettaglio la storia familiare, le possibili malattie e altre cause.
  • Nella fase successiva, i capelli vengono estratti e con l’aiuto di un tricogramma viene eseguito l’esame microscopico del capello. Questo strumento consente di stabilire il ciclo di vita e la distribuzione dei capelli nelle tre diverse fasi di crescita.
  • Può essere effettuato anche un esame del sangue. Questo può fornire informazioni sull'equilibrio ormonale o sulla possibile carenza di sostanze nutritive.
  • Uno striscio può fornire informazioni su un’eventuale infezione batterica.
  • In alcuni casi è necessaria una biopsia per determinare la causa della perdita dei capelli.

In numerosi casi, un dermatologo è la persona giusta da contattare. Se viene identificato un disturbo ormonale come causa, può essere utile consultare un endocrinologo.

Cosa aiuta contro la caduta dei capelli?

Il tipo di terapia che un medico consiglia dipende in gran parte dalla causa della caduta dei capelli e dalle condizioni di vita della persona affetta da alopecia.

Per chi soffre di alopecia ereditaria, i preparati vitaminici non avranno alcuna efficacia. In questi casi, viene prescritto il Minoxidil per il trattamento. Il principio attivo viene applicato regolarmente sulle aree interessate. Il miglioramento si verifica di solito dopo 2 o 3 mesi. Tuttavia, il Minoxidil non ha alcun effetto duraturo. Per questo motivo, dopo il trattamento, la caduta dei capelli si ripresenterà.

Anche il principio attivo Finasteride è efficace per trattare la caduta dei capelli. A differenza del Minoxidil, la Finasteride è vendibile solo sotto prescrizione medica. La Finasteride è rivolta solo agli uomini, poiché non è stata dimostrata nessuna efficacia della sostanza nelle donne.  Se le donne assumono il farmaco durante la gravidanza, il bambino potrebbe nascere con malformazioni. E anche negli uomini, l’assunzione di finasteride è talvolta associata a notevoli effetti collaterali. Non è dunque consigliata l’assunzione di questo principio attivo per combattere la caduta dei capelli.

Nelle donne, i preparati ormonali, contenenti gestageni, possono essere anche usati per trattare la perdita di capelli di natura ormonale o ereditaria.

Un’altra alternativa sono i prodotti contenenti tiocianato. Questi mirano a prevenire reazioni eccessive agli androgeni e quindi a fermare l’alopecia genetica. I primi studi suggeriscono una buona efficacia del tiocianato.

Rimedi casalinghi contro la caduta dei capelli

  • Cipolle e Spiritus vini gallici

Per la soluzione fai-da-te è necessaria una grande cipolla. Questa viene tagliata in piccoli dadi e mescolata con circa 100 millilitri di spiritus vini gallici. Dopo che la soluzione ha riposato per circa due settimane, le cipolle vengono setacciate e sostituite con due bicchieri d’acqua. Una volta pronta, la miscela viene massaggiata sul cuoio capelluto per combattere la caduta dei capelli.

  • Uova e olio di germi di frumento

Questa miscela è adatta per l’uso settimanale in caso di alopecia. Basta mescolare un uovo fresco con un po’ di olio di germe di grano e applicare il liquido direttamente sul cuoio capelluto.

  • Birra

La birra può essere usata come balsamo. Per prevenire la caduta dei capelli, il succo d’orzo viene massaggiato nei capelli. Dopo un tempo di posa di 30 minuti, sciacquare con abbondante acqua.

Quando è consigliabile un trapianto di capelli?

L’autotrapianto di capelli può essere in molti casi una metodica ben collaudata per contrastare gli effetti estetici della perdita dei capelli.

Poiché questo tipo di intervento è considerato a fini estetici, non è coperto da assicurazione medica.

Per chi soffre di perdita di capelli causata geneticamente, il trapianto di capelli è possibile se vi sono ancora abbastanza capelli su altre parti della testa. Quando l’alopecia è dovuta ad altre cause, decide lo specialista se è possibile eseguire un autotrapianto.

L'autotrapianto di capelli è un'operazione chirurgica con la quale il chirurgo plastico asporta interi follicoli piliferi da un punto dello scalpo ad un altro. Ci sono varie tecniche che possono essere utilizzate. Tra le tecniche più comuni per il trapianto dei capelli figurano:

  • tecnica di punzonatura
  • tecnica delle strisce
  • estrazione di singoli follicoli

Nella maggior parte dei casi un autotrapianto di capelli porta a risultati da buoni a molto buoni, seguiti da una crescita naturale dei capelli. Il costo di un trapianto di capelli dipende sia dal metodo scelto che dalle esigenze individuali.

Questi suggerimenti aiutano a mantenere una sana crescita dei capelli

Non esiste una cura miracolosa per una crescita sana dei capelli. Tanti fattori che favoriscono la caduta dei capelli non possono essere condizionati o possono esserlo solo in misura limitata. Molti prodotti per la crescita di capelli, sia che si tratti di shampoo o di tonico per capelli, fanno promesse miracolose, ma poi i risultati possono essere davvero deludenti.

Il processo di crescita dei capelli non può essere accelerato. Tuttavia, alcuni consigli possono aiutare ad aumentare la crescita dei capelli e a mantenere i capelli lucidi e sani più a lungo.

  • Assicurarsi di seguire una dieta sana ed equilibrata per evitare la mancanza di importanti sostanze nutritive.
  • Se necessario, compensare in modo mirato la mancanza di vitamine o oligoelementi.
  • Evitare lo stress e lasciare che i capelli si rilassino regolarmente, per esempio con un massaggio rilassante o un trattamento per i capelli.
  • Il Ginseng e la caffeina possono stimolare la crescita dei capelli.
  • Anche l’olio di lavanda o di rosmarino ha un effetto stimolante sulla crescita dei capelli.
  • L’aloe vera o il ginkgo hanno un effetto stimolante sul cuoio capelluto e possono quindi favorire la crescita di capelli sani.
  • Non esporre troppo spesso il cuoio capelluto e i capelli alla luce diretta del sole senza protezione.
  • Per la cura dei capelli utilizzare prodotti naturali senza profumi artificiali e conservanti.
  • Fare attenzione a non irritare o ferire il cuoio capelluto quando si pettinano i capelli.

Prodotti sul tema alopecia

Mostra tutti i risultati

Consiglio esperto: Theresa Holler

Consiglio esperto: Theresa Holler

"Ci sta particolarmente a cuore consigliare e informare ciascuno dei nostri clienti. La guida fornirà molti argomenti sul tema della salute - studiati e scritti dal nostro team di esperti."

Theresa Holler, in qualità di farmacista responsabile, appoggia e sostiene, insieme alla sua grande squadra di farmacisti, la nostra guida online. Quest’ultima fornisce informazioni e consigli utili su tanti argomenti riguardanti la salute e il benessere. La guida di SHOP FARMACIA non solo, dunque, fornisce spunti e suggerimenti su tante patologie, ma anche importanti consigli dei nostri farmacisti su farmaci comprovati.