Salta la navigazione
Torna alla panoramica delle guide

Eritema solare - come curare rapidamente le ustioni cutanee

Eritema solare - GUIDA - SHOP FARMACIA

L’eritema solare capita spesso, soprattutto nei primi giorni di vacanza: la pelle risulta arrossata e brucia. Una prolungata esposizione al sole senza protezione può lasciare in regalo scottature solari. Quali rimedi possiamo adottare per aiutare la pelle a guarire più velocemente?

Cos'è l’eritema solare e come si sviluppa?

Per scottatura solare si intendono le ustioni della pelle dal primo al terzo grado, causate da una esposizione troppo lunga o eccessiva al sole. Sono particolarmente a rischio i bambini e le persone con pelle chiara (tipo 1 o 2). Perché più ridotta è la pigmentazione della pelle, minore è la protezione contro i raggi UV. Di conseguenza, i raggi del sole penetrano negli strati più profondi della pelle, provocando infiammazioni dolorose che avvertiamo come scottature solari.

Come si manifesta un eritema solare?

Le ustioni solari si manifestano molto rapidamente: i sintomi delle scottature solari compaiono di solito entro le prime 24 ore. A seconda dell'intensità dell’ustione, la guarigione richiede normalmente da tre giorni a due settimane. Spesso la pelle si gonfia e si squama, poiché si rinnovano gli strati più superficiali della pelle. Tuttavia, le scottature solari possono anche avere conseguenze tardive:

  • in caso di eritemi solari particolarmente gravi, possono rimanere cicatrici.
  • frequenti eritemi solari possono accelerare l’invecchiamento della pelle, provocando un aumento di rughe e macchie scure su viso e corpo.
  • ripetute ustioni solari aumentano il rischio di sviluppare il cancro della pelle. Se gli strati più profondi della pelle sono stati troppo spesso o gravemente danneggiati, i tumori possono ancora formarsi dopo decenni.

Quali sono i sintomi in caso di eritema solare?

L’eritema solare può verificarsi in varie forme:

  • ustione di 1° grado: la pelle è leggermente arrossata e può associarsi a gonfiore, dolore e/o forte bruciore.
  • ustione di 2° grado: l’arrossamento della pelle è più intenso, così come il dolore. Possono formarsi tante bollicine sulla zona interessata e, dopo pochi giorni, la pelle si squama, permettendo al nuovo strato di emergere.
  • ustione di 3° grado: è il livello più grave di ustione solare. Si manifesta un dolore molto intenso a contatto con la pelle, dato che sono coinvolti gli strati cutanei più profondi. In questo caso, è necessario consultare urgentemente un medico.

Quando devo vedere un dottore per l’eritema solare?

Si consiglia inoltre di consultare un medico ogni volta che, oltre alle scottature solari, si manifestano i seguenti sintomi:

  • nausea
  • febbre
  • problemi circolatori
  • andare sempre dal medico con i bambini con gravi scottature solari

Mal di testa, vertigini, vomito o brividi possono anche indicare un colpo di sole o colpo di calore - anche in questo caso è importante andare dal medico.

Cosa aiuta contro le scottature solari?

Primo soccorso in caso di scottature solari

  • se ti sei beccato un eritema solare, la cosa più importante è di stare all’ombra finché le ustioni non sono guarite.
  • raffreddare la parte scottata: posizionare asciugamani umidi sulla zona interessata - preferibilmente non troppo freddi, ma tiepidi per proteggere la pelle. Ciò vale soprattutto per i bambini!
  • anche il ghiaccio sintetico è adatto a questo scopo. Tuttavia, non deve entrare in contatto diretto con la pelle, si potrebbe rischiare un’ustione da ghiaccio danneggiando ulteriormente la pelle.
  • È possibile trattare i dolori lievi con antidolorifici ben tollerati, tra cui l’acido acetilsalicilico, il diclofenac o l’ibuprofene. Tuttavia, una visita dal medico non dovrebbe essere evitata.

Rimedi casalinghi in caso di eritema solare

  • vi sono rimedi casalinghi, come gli impacchi allo yogurt o al quark, che rinfrescano la pelle. Tuttavia, non utilizzare mai questi prodotti naturali per gravi ustioni di 2° grado - i germi potrebbero penetrare nella pelle ferita e causare infezioni.
  • il cetriolo rinfresca, idrata e calma la pelle irritata.
  • bere molta acqua o , dato che il corpo ha perso molti liquidi a causa delle scottature solari.
  • il bagno nel siero di latte ha un effetto benefico, in quanto idrata e calma la pelle; sciogliere il siero di latte in polvere nell’acqua tiepida. Dopo il bagno non asciugarsi, ma fare assorbire il siero di latte.

Creme e gel contro scottature solari

Anche le lozioni e i gel rinfrescanti hanno un effetto lenitivo, idratante e antinfiammatorio allo stesso tempo. Contengono principi attivi comuni, tra cui:

  • Aloe Vera: l’estratto vegetale ha un effetto rinfrescante e lenitivo
  • Zinco: gli unguenti contenenti zinco possono ridurre l’infiammazione
  • Vitamina E: la vitamina accelera il rinnovamento cellulare della pelle
  • Idrocortisolo: l’idrocortisolo è un principio attivo sintetico che allevia l’infiammazione e i suoi sintomi, come prurito e tensione
  • Amamelide o arnica: contengono anche principi attivi vegetali curativi per le scottature solari

In caso di scottature solari acute, utilizzare solo creme idratanti, non creme grasse. Il grasso chiude i pori e impedisce la guarigione della ferita. Le creme lipidiche vengono utilizzate solo in seguito. È inoltre possibile conservare le lozioni e i gel in frigorifero, aumentando l’effetto rinfrescante.

Come posso proteggermi dall’eritema solare?

La cosa migliore è naturalmente prevenire l’eritema solare. È quindi importante scegliere una protezione solare adeguata, a seconda del tipo di pelle:

  • utilizzare crema o latte solare con un fattore di protezione solare adeguato (SPF): più la pelle è chiara e più a lungo è esposta al sole, più il fattore di protezione solare deve essere alto.
  • i bambini non dovrebbero essere mai esposti al sole senza crema solare, mentre i bambini al di sotto di un anno di età non andrebbero mai esposti direttamente ai raggi solari.
  • le scottature solari possono verificarsi anche all’ombra, non bisogna fare a meno del latte solare solo perché è nuvoloso o perché non si è sotto la luce diretta del sole.
  • evitare nei paesi del sud il sole intenso di mezzogiorno.
  • indumenti e cappelli scuri proteggono dagli eritemi solari.
  • la pelle delle labbra è particolarmente sensibile e più suscettibile alle scottature; è dunque consigliato applicare sulle labbra la protezione solare.
  • gli occhiali da sole con protezione UV proteggono la pelle del viso e gli occhi dall'eccessiva luce solare.

È raccomandato informarsi sull’indice UV, il quale misura il livello della radiazione ultravioletta che raggiunge la superficie terrestre su una scala da 1 a 10. Più alto è il suo valore, più alto deve essere il fattore di protezione della crema solare e più breve deve essere il periodo di esposizione al sole.

Eritema solare nei neonati e nei bambini

L’eritema solare può essere particolarmente dannoso e pericoloso per neonati e bambini. Le frequenti bruciature solari da bambini aumentano il rischio di sviluppare il cancro della pelle da adulto. Ecco perché la prevenzione è la migliore medicina, soprattutto per neonati e bambini!

Usare la crema solare nel modo giusto è quindi particolarmente importante, ma non sufficiente per evitare le ustioni nei bambini piccoli. È meglio non esporli affatto alla luce diretta del sole, poiché la loro pelle è ancora molto sensibile e già una leggera radiazione solare può provocare ustioni.

  • indossare abiti a maniche lunghe e di non fare mai a meno di un cappello o altro copricapo. Preferire vestiti sottili e chiari e scarpe chiuse. Esistono anche indumenti speciali per diverse età con protezione UV integrata.
  • stare sempre all’ombra con neonati e bambini e ricordarsi di portare un ombrellone quando si rimane più a lungo all’aperto.

A volte, nonostante tutte le precauzioni, succede comunque: il bambino si è beccato una scottatura solare. E adesso?

  • valgono le stesse regole degli adulti- rinfrescare immediatamente la pelle con asciugamani tiepidi o gel di aloe vera e stare con il bambino lontano dal sole.
  • assicurarsi che il bambino beva abbastanza, poiché perde molti liquidi a causa delle scottature solari
  • il colpo di solo (insolazione) o l’esaurimento da calore possono manifestarsi rapidamente nei bambini piccoli. In caso di ustioni gravi, febbre e dolori, consultare immediatamente un medico.

Che tipo di pelle ho?

Per proteggere al meglio la pelle dall’eritema solare, è utile conoscere il proprio tipo di pelle. Infatti, la durata del tempo di autoprotezione dipende dal tipo di pelle. Inoltre, ogni tipologia di pelle richiede un fattore protettivo solare adeguato. Moltiplicando il tempo di autoprotezione per il fattore di protezione solare (SPF) della crema solare, ne risulta l’arco di tempo per cui possiamo esporci al sole senza temere una scottatura.

Esempio: tempo di autoprotezione 20 minuti x SPF 10 = 200 minuti (il tempo per cui la crema solare protegge la pelle dai danni).

  • Tipo 1: capelli molto biondi o rossastri, carnagione molto chiara costellata di molte lentiggini, occhi azzurri. In pratica, alla minima esposizione al sole ci si brucia e difficilmente ci si abbronza. Tempo di autoprotezione: circa 10 minuti.
  • Tipo 2: capelli biondi o castano chiaro, carnagione rosata, occhi blu, grigi o verdi, alcune lentiggini. Facili scottature solari e abbronzatura lenta. Tempo di autoprotezione: 10 - 20 minuti.
  • Tipo 3: capelli castani, occhi castani, carnagione media senza lentiggini. Scottature dopo circa un’ora e l’abbronzatura avviene rapidamente. Tempo di autoprotezione: 20 - 30 minuti.

Tipo 4: capelli neri, occhi castani, carnagione scura anche in inverno. Il tipo 4 può rimanere alla luce diretta del sole per molto tempo senza scottarsi. Tempo di autoprotezione: più di 30 minuti.

Consiglio esperto: Theresa Holler

Consiglio esperto: Theresa Holler

"Ci sta particolarmente a cuore consigliare e informare ciascuno dei nostri clienti. La guida fornirà molti argomenti sul tema della salute - studiati e scritti dal nostro team di esperti."

Theresa Holler, in qualità di farmacista responsabile, appoggia e sostiene, insieme alla sua grande squadra di farmacisti, la nostra guida online. Quest’ultima fornisce informazioni e consigli utili su tanti argomenti riguardanti la salute e il benessere. La guida di SHOP FARMACIA non solo, dunque, fornisce spunti e suggerimenti su tante patologie, ma anche importanti consigli dei nostri farmacisti su farmaci comprovati.