Salta la navigazione
Torna alla panoramica delle guide

Come prendersi cura della pelle secca

Pelle secca - GUIDA - SHOP FARMACIA

Se la nostra pelle è piuttosto grassa o secca è solitamente una questione di predisposizione genetica. Tuttavia, se la nostra cute tende già di suo ad essere secca, cure e abitudini errate possono renderla ulteriormente sensibile. Cosa si può fare per ridurre i fattori irritanti e curare correttamente la pelle secca?

Come si manifesta la pelle secca?

La nostra pelle, con la sua elevata capacità di legare e trattenere l’acqua, possiede spiccate proprietà idratanti. Il liquido viene solitamente prelevato dall’interno del corpo, motivo per cui la quantità di liquido che beviamo ha un notevole impatto sulla xerosi cutanea. Inoltre, gli strati inferiori della pelle contengono ghiandole sebacee che le forniscono un film idrolipidico (un’emulsione naturale di acqua e lipidi). Tuttavia, se la pelle perde l’umidità e il grasso cutaneo, si inizia ad avvertire una sensazione sgradevole: la cute tende ad essere ruvida, tesa e screpolata e può coprirsi di scaglie. La secchezza cutanea è spesso anche la causa di prurito ed infiammazioni. Nel peggiore dei casi, il maggiore disagio tende a concentrarsi in alcune parti del corpo (dita o gomiti): un’estrema ruvidezza, tagli e ragadi. Poiché la perdita della barriera protettiva cutanea favorisce le infezioni, la xerosi cutanea non solo è sgradevole, ma può portare anche a problemi di salute.

Quali sono le cause della pelle secca?

Spesso la tendenza alla pelle secca è una predisposizione genetica e aumenta con l’avanzare dell’età. Tuttavia, ci sono numerosi fattori che hanno un effetto lenitivo o peggiorativo sulla pelle. Quando la xerosi cutanea insorge all’improvviso, può essere associata ad altre malattie fisiche.

  • Meteo: l’inverno rappresenta un periodo particolarmente difficile per la pelle. Con i riscaldamenti accesi l’aria delle abitazioni può asciugarsi eccessivamente, disidratando la pelle.
  • Luce UV: la nostra cute ha bisogno della luce solare, ad esempio per produrre Vitamina D. Tuttavia, l’eccessiva esposizione al sole o frequenti visite al solarium hanno un impatto negativo sulla pelle. Le scottature solari, in particolare, causano danni duraturi.
  • Acqua: la pulizia regolare della pelle è ovviamente importante, è bene però non esagerare. Sgrassare eccessivamente la cute danneggia la barriera naturale della pelle. Anche docce frequenti, sfregamenti energici e peeling troppo aggressivi provocano una pelle secca e disidratata.
  • Quantità di liquidi da assumere: poiché la pelle trae la maggior parte della sua umidità dall’interno del corpo, la giusta quantità di liquidi, aiuterà a idratare la pelle. Assicurati di bere abbastanza acqua ogni giorno.
  • Sostanze stupefacenti: l’abuso di alcool e la nicotina danneggiano la pelle, provocandone la disidratazione. Peggiorano il flusso sanguigno, contaminano il corpo con sostanze tossiche e lo privano di nutrienti e liquidi.
  • Prodotti per la cura della pelle: creme e lozioni contenenti alcool, oli minerali, profumi o conservanti danneggiano la pelle. Hanno un effetto disidratante e irritante e possono causare reazioni allergiche.

Cause fisiche della xerosi cutanea

 

  • Neurodermite/psoriasi: la forfora bianca sulle zone infiammate della pelle, che prudono molto, possono anche indicare diverse malattie cutanee croniche.
  • Diabete: la pelle secca può essere un segnale spia per il diabete. Se hai minzione frequente e sete, dovresti assolutamente consultare un medico.
  • Cause ormonali: i cambiamenti ormonali, come la menopausa, possono incidere significativamente sulla salute cutanea. Anche i disturbi della tiroide sono primi campanelli d’allarme di secchezza cutanea.
  • Malattie psicologiche: i disturbi mentali, associati al disturbo ossessivo compulsivo di lavaggio e pulizia (lavarsi le mani spesso o pulire la casa molto più di quanto non sia realmente necessario), possono mettere a dura prova la pelle e disidratarla.

Quale trattamento medico richiede la pelle secca?

Di solito, la pelle secca è facilmente gestibile con alcuni cambiamenti nella cura e nello stile di vita. Tuttavia, si consiglia una visita medica se:

  • la xerosi cutanea non migliora, nonostante gli accorgimenti adottati
  • la secchezza cutanea si presenta all’improvviso
  • la cute prude molto, fa male, si infetta o si formano eruzioni cutanee
  • si manifestano altri sintomi come variazioni di peso, alterazioni a carico di capelli e unghie, sete intensa, minzione frequente, paure o compulsioni

Il medico di famiglia ti chiederà, innanzitutto, quali sono le tue abitudini riguardanti la cura personale e il tuo stile di vita. Le informazioni più importanti da reperire per l’anamnesi (storia clinica) sono:

  • da quanto tempo si manifestano i sintomi?
  • che misure hai già adottato?
  • la pelle è cambiata notevolmente di recente?
  • soffri di malattie della pelle o allergie?

A seconda dei risultati dell'anamnesi e degli esami, il medico ti indirizzerà quindi a degli specialisti, come dermatologi, internisti, endocrinologi o psicoterapeuti.

Come posso prendermi cura della pelle secca?

Per la pulizia e la cura, si consiglia di utilizzare sempre solo prodotti idratanti che contengono il minor numero possibile di agenti irritanti, tra cui alcol o oli minerali. Si raccomandano piuttosto prodotti senza sapone e a pH neutro. Prodotti naturali, come il burro di karité, l'olio di jojoba o di mandorla, sono alternative naturali che migliorano la salute della pelle. Anche i prodotti contenenti urea, glicerina o acido ialuronico forniscono molta umidità. Applicare le creme e le lozioni sulla pelle ancora leggermente umida che ne favorisce un assorbimento prolungato. In questo modo, le sostanze idratanti raggiungono gli strati più profondi della pelle.

La mia pelle ha bisogno di grassi o umidità?

La xerosi cutanea ha sempre bisogno di entrambe le componenti: più grassi in inverno e più umidità in estate. Soprattutto in inverno si dovrebbero evitare creme molto idratanti, in quanto le aggressioni invernali, come vento, freddo, smog, favoriscono un’eccessiva evaporazione d’acqua. In base al tipo di pelle, si scelgono creme contenenti grassi oppure umidità. A quale tipo appartieni, può determinarlo il dermatologo o l’estetista. Tuttavia, ci sono anche alcuni segnali, grazie ai quali puoi determinare ciò di cui la tua pelle ha bisogno:

  • Carenza di grassi: la pelle è squamosa, screpolata e infiammata. Poco dopo aver applicato la crema, la cute risulta di nuovo tesa.
  • Carenza di umidità: la pelle è ruvida, pruriginosa e tesa. Le creme grasse non vengono assorbite bene.

 

A cosa devo fare attenzione se ho la pelle secca?

Oltre ad usare i giusti prodotti per la cura della cute, si può anche fare qualcosa nella vita di tutti i giorni per prevenire la xerosi cutanea o alleviarne i disturbi:

  • evitare bagni o docce lunghi o molto caldi
  • bere una quantità sufficiente di acqua
  • proteggere la tua pelle dal sole e dal freddo: usare creme con un fattore di protezione solare adeguato e coprire le zone sensibili della pelle con indumenti in inverno
  • le maschere fai da te di quark o i bagni con olio d’oliva e latte sono ottimi rimedi casalinghi per la secchezza cutanea.
  • indossare indumenti di fibre naturali traspiranti
  • garantire un adeguato approvvigionamento alimentare di acidi grassi buoni e vitamine per la pelle (Vitamine E, A) che si trovano nel pesce, negli avocado, negli oli vegetali, nelle noci o nei tuorli d'uovo.

Consiglio esperto: Theresa Holler

Consiglio esperto: Theresa Holler

"Ci sta particolarmente a cuore consigliare e informare ciascuno dei nostri clienti. La guida fornirà molti argomenti sul tema della salute - studiati e scritti dal nostro team di esperti."

Theresa Holler, in qualità di farmacista responsabile, appoggia e sostiene, insieme alla sua grande squadra di farmacisti, la nostra guida online. Quest’ultima fornisce informazioni e consigli utili su tanti argomenti riguardanti la salute e il benessere. La guida di SHOP FARMACIA non solo, dunque, fornisce spunti e suggerimenti su tante patologie, ma anche importanti consigli dei nostri farmacisti su farmaci comprovati.